Dopo gli enormi sforzi effettuati dai Soci Fondatori per rendere finalmente realtà un sogno durato tanti anni, il giorno 22 Gennaio 2006, un folto gruppo di radioamatori ha preso possesso della sede della Sezione Provinciale E.R.A. di Taranto.

Questo risultato ha coronato anni di sforzi e precariato logistico, che hanno avuto termine quando le Autorità locali hanno ben valorizzato l’impegno e l’opera del gruppo di specialisti delle telecomunicazioni in radio emergenza concedendo i locali in uso gratuito.

Lo stesso sindaco di Taranto aveva in più occasioni manifestato parole di plauso nei confronti di questa Associazione di Radioamatori per l'attività svolta e l'impegno tenace profuso verso l’interesse della collettività.

Il fiore all’occhiello di questa Associazione è la Sala Operativa Provinciale E.R.A. Taranto" preziosissima innanzi tutto per il supporto alla Protezione Civile, oltre che per l'attività radiantistica in genere.

Il susseguirsi dei collegamenti e delle simulazioni di supporto alla Protezione Civile hanno dimostrato anche ai più scettici o lontani dal mondo del radiantismo quanto la stessa Sala Operativa dell'E.R.A. possa essere utile al territorio ed alla società civile della Provincia di Taranto.

La sede mette a disposizione dei radioamatori della provincia una struttura organizzata dove i soci possono confrontare le proprie esperienze, possono sperimentarsi ulteriormente, accomunandosi nella passione di chi crede ancora nell'importanza della radio.

A quella che è una vera e propria passione, i radioamatori tarantini che si considerano "i figli di Marconi", sanno coniugare anche il servizio reso alla comunità civile, assicurando le radiocomunicazioni in caso di calamità naturali ed emergenze di ogni tipo, sempre in stretta sinergia con la Protezione Civile Nazionale.