L’ultima passeggiata. Vittoriano Argese era andato a far due passi nella periferia del paese, è stato ucciso da un malore e dal freddo della notte. Il penultimo pomeriggio del 2011 e l’ultima mattinata hanno lasciato un ricordo indelebile in carabinieri, vigili, Protezione civile e nonni civici. Alle 13,30 arriva ai carabinieri la preoccupata telefonata di una madre ai carabinieri: mio figlio, Vittoriano non sta bene e sta fuori casa, aiutateni a cercarlo.

    0

Vittoriano lo conoscono tutti in paese, i carabinieri coinvolgono i vigili, l’E.R.A, di Castellaneta, Mottola e Palagianello, l’associazione Rocco Fungoso, il Comune mette a disposizione i nonni civici, coloro che, per età, più di tutti conoscono il paese. Il telefonino squilla, la cellula dice che sta nei paraggi della nuova stazione, fa freddo, il cielo è pieno di pioggia, l’area da cercare è vasta e spopolata, arriva da Taranto la squadra cinofila. Imbrunisce, pioviggina, il fiuto dei cani viene attutito dall’acqua, niente, di V. nessuna traccia. Più si scurisce il cielo, più aumentano freddo e pioggia, più le ricerche diventano proibitive. Bisogna aggiornarsi a domani, tutti si spera che Vittoriano abbia trovato rifugio in qualche casolare abbandonato per passarela notte. Allesette e trenta del 31 si riparte, le squadre cinofile sono due, verso le nove il nonno civico Stefano Cellamare, pone fine alle ricerche: Vittoriano è qui, all’addiaccio, rannicchiato, nei pressi del capannone dell’ex Miroglio, ne ha fatta di strada nella notte, dalla stazione per rientrare a casa, era alle porte del paese, mancavano poche decine di metri per arrivare sulla strada ed essere visto da qualcuno, sembra morto. E’ morto, dicono tutti.

   


La zona fatale a Vittoriano è la zona preferita per molti che fanno jogging, quindi popolata, ma quel pomeriggio tutto ha congiurato contro Vittoriano: l’ora tarda, il freddo, la serata piovosa, forse perfino lo star rientrando a casa negli spazi meno trafficati e senza nemmeno un rudere dove stare almeno all’asciutto. Vittoriano aveva appena 36 anni.